Farsi fermare all’aeroporto con oggetti imbarazzanti

Una sera a cena con una coppia di amici, tra un bicchiere di buon vino italiano e un ottimo tiramisù, la conversione si è portata sulla programmazione delle prossime vacanze estive: mete, posti paradisiaci aldilà dell’oceano, mare da favola… niente di più sensuale ed erotico da sognare alla fine di una cena di fine inverno.

I miei amici sono grandi viaggiatori, direi globetrotter nel pieno del termine, e così tra una risata e l’altra hanno animato il post cena con il racconto delle loro avventure e disavventure esterofile
Soprattutto quella volta che… nel bagaglio a mano della mia amica uno strano “oggetto curvilineo” ha insospettito i controllori apparendo nel video del metal detector di un noto aeroporto italiano…Alt! Tutti fermi… grandissimo imbarazzo, apertura della valigia e spiegazione candida della mia cara amica: “ è un caro amico che portiamo con noi in vacanza, ci siamo affezionati!” a seguire lo sguardo imperscrutabile del controllore.

Attimi di silenzio imbarazzo. Poi uno strano ronzio ben percettibile e lo strano agitarsi dell’amico, forse intimorito da tanti sguardi. Non si è mai capito bene.
Certo tutto è finito a tarallucci e vino per i miei amici, ma da allora quando decidono di portarsi i loro “amici” a rallegrare le loro vacanze, seguono accorgimenti tattici ben precisi.
In primis : in Italia portare un sex toys nel proprio bagaglio non è un reato, ma ci sono alcune regole di comportamento e buon gusto da seguire per passare i controlli in aeroporto senza problemi.
Se ponete i vostri sex toys nel vostro bagaglio a mano, dichiarate apertamente che l’oggetto in questione non è una bomba chimica ma esattamente quello che è.
Inoltre sarebbe buona norma igienica chiuderlo in un sacchetto o contenitore trasparente.
Se decidete di trasportarlo nel bagaglio destinato alla stiva, lasciatelo nella sua confezione originale oppure segnalate chiaramente di  che si tratta, aiuterà gli addetti curiosi a non formulare pensieri inopportuni e a lasciar passare il bagaglio indenne.

Per i signori uomini il consiglio è di evitare una frittata di imbarazzo se hanno deciso di portarsi nel bagaglio una confezione di Tenga Egg.
Ringraziate, signori uomini, il popolo giapponese per questa meravigliosa invenzione.
I giapponesi, uomini discreti e di grande gusto, hanno inventato questi sex toys da collocarsi nella categoria masturbatori per uomo. “Tenga egg” si presentano come deliziosi ovetti, venduti anche in confezioni da sei pezzi nel tradizionale packaging del salumiere, dalla grafica delicata quasi eterea.
I simpatici ovetti al loro interno racchiudono un involucro monouso in elastomero molto flessibile con variegate texture a scelta per ogni modello. Si usano sempre con il lubrificante, compreso nella confezione, per la masturbazione manuale in solitario o, perchè no, in compagnia del partner.

Nella pagina “Tenga store” troviamo anche i classici della collezione, oggetti dall’estetica raffinata, somiglianti a flaconi di bagnoschiuma sportivi. Al loro interno i Tenga racchiudono una tecnologia sofisticata, progettata per imitare la sensazione, deliziosamente appagante, del sesso orale.
Tenga all’interno è modellato con creste, onde e anfratti misteriosi in morbido materiale stimolante per provare piacere dalla base alla punta.
Gli uomini dicono che sia una delle esperienze sessuali più appaganti, assolutamente da provare!

Il consiglio per poter passare immuni ai controlli in aeroporto è lo stesso di prima: dichiarate quello che portate, involucri particolari possono essere scambiati per ordigni o per contenitori di sostanze vietate dalla legge e potreste essere sottoposti a controlli più severi, fermi o anche peggio.
Ricordatevi che i lubrificanti appartengono alla categoria ‘gel’ e il loro trasporto deve rispettare scrupolosamente le direttive imposte dalle regole aeroportuali.
Prima di partire per una meta straniera, consultate il sito della regione per verificare se i sex toys sono consentiti o proibiti. Purtroppo la situazione nel mondo è ancora questa.
Quindi quando entrerete nel gate, un bel respiro, un bel sorriso e spiegazioni chiare e oneste… qualcuno sorriderà altri moriranno di invidia!

Buon viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *