Ritratto di un toyboy: una relazione particolare

La parola toy boy, letteralmente, ha il significato di “uomo (boy) giocattolo (toy)“. La si associa agli uomini in coppia con una donna più matura, dove la differenza di età tra i due innamorati è notevole. Se lui è il toy, lei è la “cougar” (da coguaro, l’altro nome con cui è conosciuto il puma), ossia la “panterona”, una donna predatrice, di età compresa in genere tra i 33 e 55 anni, in cerca di un fidanzato che abbia la metà dei suoi anni o poco più.
Negli ultimi tempi, la cronaca rosa ha accostato numerosi toy boy alle donne del jet set internazionale. Spesso, la maggior parte delle persone considera unicamente l’accezione negativa del termine, denigrando così sia “lui” che “lei”. Ci sono cougar e cougar, così come ci sono toy boy e toy boy. Prendiamo, per fare giusto un esempio, le coppie Lory Del Santo-Marco Cucolo e Brigitte Trogneux-Emmanuel Macron, quest’ultimi rispettivamente first lady e presidente della Repubblica francese. Se l’amore è un sentimento universale, non lo stesso si può dire per il ceto sociale. Infatti, in pochi si sognerebbero di appellare il capo di Francia con il termine “toy boy”, così come quasi nessuno si permettere di associare la parola “cougar” alla first lady francese.

un esempio di coppia con toy boy

Dieci cose da sapere sulla relazione con un toy boy

1. Sentirsi più giovani: le donne, con il trascorrere dell’età, hanno il bisogno di sentirsi più giovani. C’è chi pensa che la soluzione migliore sia recarsi dal chirurgo plastico, altre invece posano gli occhi su uomini più giovani, attratte sia dal fisico che dalla mentalità. Camminare mano nella mano con un ventenne forse non aiuterà a tornare indietro col tempo, ma lo spirito ne beneficerà di sicuro.

2. Le misure contano: concetto spesso abusato ma che nel contesto di una relazione con un toy boy torna di stretta attualità. Una donna di 40-50 anni troverà senz’altro più divertente e allettante avere un fidanzato di 25-30 anni ancora nel pieno della sua energia vitale piuttosto che con un uomo di pari età o superiore, più attento a leggere il notiziario della Borsa che ai bisogni della propria donna.

3. Affidabilità: preferire una donna matura ad una ragazza della propria età o più piccola è una scelta precisa del toy boy, perché attratto dall’affidabilità e serietà che una persona con una maggiore esperienza alle spalle può offrirgli. L’esperienza – diciamocelo – non significa soltanto avere la testa sulle spalle e prendere decisioni ponderate, ma anche saper soddisfare o sorprendere il proprio partner nell’intimità. E una cougar, questo, lo sa bene.

4. Esperienza diversa: vivere una relazione con un toy boy e, viceversa, con una cougar, rappresenta un’esperienza diversa. Non capita tutti i giorni di frequentare un ragazzo con la metà dei propri anni oppure una donna con una carta d’identità di gran lunga più datata. L’arricchimento conseguente ad un’esperienza nuova rientra senz’altro tra i pro.

5. Un mercoledì da leoni: ci sono molteplici vantaggi nell’avere come fidanzato un toy boy e, viceversa, come compagna una cougar. Tra questi, c’è la possibilità di trascorrere giornate intere con i propri amici/amiche e risultare costantemente i più invidiati/e.

6. Differenza di età: la base stessa della relazione può, con il trascorrere del tempo, minare il rapporto di coppia e dunque essere un “contro” da non sottovalutare. Mese dopo mese, anno dopo anno, l’iniziale fase di reciproca attrazione e interesse per il “nuovo” può spegnersi. Da qui in avanti, la carta d’identità potrebbe tornare a bussare alla porta, mettendo in evidenza difetti che prima quello stesso documento aveva cancellato.

7. Mente aperta: questo tipo di relazioni, per loro stessa natura, richiedono una mentalità aperta per entrambi, sia il toy boy che la cougar. Oltre ad avere tale mentalità, si dovrebbe cercare anche di mantenerla per tutta la durata del rapporto di coppia.

8. Dimentica la carta d’identità: la gestione di una relazione con un toy boy o una cougar può portare lui o lei a pensare, di tanto in tanto, alla carta d’identità del proprio partner. Il consiglio, se si vuole gestire in maniera sana il rapporto, è di dimenticare di avere la metà o il doppio degli anni della persona accanto.

9. Non essere gelosa: avere la mentalità aperta comporta anche una certa elasticità in determinate situazioni. Se le cougar mostrano gelosia nei confronti del proprio toy boy commettono un grave errore, perché automaticamente si mettono a livello delle ragazze più giovani, perdendo quel fascino di donna matura acquisito agli occhi del proprio fidanzato.

10. Non si cambia una persona: un consiglio che vale universalmente per tutte le coppie, a maggior ragione in una relazione dove c’è una differenza di età notevole che pone il toy boy in una posizione a volte inferiore, a livello di personalità, rispetto alla propria compagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *