Preservativo rimasto dentro

Anche a rischio di sembrare ripetitivi torniamo a ribadirlo: il miglior alleato del sesso sicuro e sereno è il preservativo!
Che sia classico, aromatizzato, stimolante, extra large o sottile…insomma di qualunque tipologia esso sia, il preservativo non può mai mancare quando si fa l’amore, per condividere solo piacevoli sensazioni con il partner, senza timori.
Sì – ancora una volta – è bene ricordare la sua funzione: oltre ad evitare gravidanze indesiderate, limita il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale…e credete sia poco?
L’efficacia della sua azione dipende molto anche dal modo in cui viene indossato, ma cosa accade se il preservativo è rimasto dentro a fine rapporto?
preservativo rimasto dentro cosa fare

Perché può succedere che il preservativo rimanga dentro la vagina?

Non accade spesso, ma accade.
La possibilità che questo accada è connessa la fatto che, al termine del rapporto e quindi ad eiaculazione avvenuta, il pene subisce un naturale rilassamento: l’erezione viene meno ed il membro perde di volume.
Il preservativo quindi, nonostante sia della taglia giusta – esatto, occorre scegliere il profilattico della propria taglia, in base alla circonferenza del pene – perde la sua aderenza al pene e può succedere che si sfili e resti all’interno della vagina.
Ecco perché, terminato il rapporto, è fondamentale estrarre il pene quando è ancora turgido, tenendo il preservativo dalla base per scongiurare la fuoriuscita di sperma.

Come togliere il preservativo rimasto dentro?

Se, malauguratamente, non avete valutato tutti questi aspetti ed il preservativo è rimasto dentro la vagina non allarmatevi: la calma è sempre l’alleata numero uno in queste circostanze. Per prima cosa la donna dovrebbe rilassarsi e assumere una posizione comoda per cercare di estrarlo con cautela, se il preservativo è visibile.
Se invece non riuscite proprio a vedere il preservativo, contattare il ginecologo o recarsi presso un consultorio di zona è sicuramente la cosa più saggia da fare, forse l’unica: in seguito ad una visita e servendosi di uno strumento chiamato speculum, il medico sarà in grado, con molta facilità, di individuare ed estrarre il preservativo rimasto dentro senza incorrere nel rischio che si rompa e che delle particelle restino all’interno della vagina.

Il preservativo rimasto dentro può causare gravidanze non desiderate?

Questa è un’altra domanda importante e che sorge spontanea.
La risposta è: sì, può accadere. Lo sperma contenuto all’interno del profilattico può fuoriuscire se il preservativo ha subìto delle lacerazioni.
Comunicare immediatamente al medico l’accaduto vi permetterà di agire in tempo e di correre ai ripari: con buona probabilità, vi sarà prescritta la pillola del giorno dopo – se non avete raggiunto la maggiore età, mentre per chi è maggiorenne non occorre prescrizione – che sappiamo avere un raggio d’azione di più ampio respiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *